Bonus sicurezza: arriva la detrazione 2016

Chi acquista impianti antifurto o di videosorveglianza, può usufruire del bonus sicurezza, ovvero di un credito d’imposta.

Il bonus sicurezza 2016 è un’agevolazione prevista dalla Legge di Stabilità 2016 al fine di favorire la serenità dei cittadini e prevenire furti in casa, purtroppo molto frequenti. Questo credito d’imposta, per il quale sono stati stanziati 15 milioni di euro, è destinato a tutti i cittadini privati che quest’anno installeranno sistemi di sicurezza.

Sicurezza

A chi spetta il bonus sicurezza?

Questa agevolazione, contenuta nel “pacchetto sicurezza”, viene riconosciuta solo alle persone fisiche: i privati cittadini non titolari di Partita IVA. E’ specificato che il credito d’imposta 2016 vale solo per «persone fisiche non nell’esercizio di attività di lavoro autonomo o di impresa», per cui sono esclusi gli artigiani, i commercianti, le società, le imprese e i liberi professionisti.

 

In cosa consiste il bonus 2016 per la sicurezza

Si tratta di un credito d’imposta con un limite massimo di spesa stanziato dal Governo di 15 milioni di euro, quindi fino ad esaurimento di tali risorse. Il credito d’imposta viene riconosciuto per tutte le spese effettuate dai cittadini italiani nel 2016 per acquistare sistemi antifurto o videosorveglianza digitale e per stipulare contratti per la sorveglianza da parte di agenzie di vigilanza per la prevenzione contro possibili atti criminosi.

L’agevolazione prevede un credito d’imposta per l’acquisto di strumenti tecnologici destinati alla sicurezza sfruttando sistemi come:

• impianti antifurto
• telecamere
• registratori video
• teleallarmi e sensori di movimento

Quindi tutti gli strumenti e impianti destinati al  controllo video/audio o antifurto, per evitare di subire intromissioni o danni da parte di malviventi nella propria casa.

Fonte: http://www.homerating.it/2016/01/07/bonus-per-sistema-di-sicurezza-normative-2016/